Serie che accontentano grandi e piccoli

Serie che accontentano grandi e piccoli

Spuntate e da spuntare.

Amando moltissimo il cinema sono sempre a caccia di film o serie che siano stimolanti per tutta la famiglia.

La maggior parte dei prodotti classificati per i bambini sinceramente li affronto male, un po’ come le canzoni del Pulcino Pio o delle Tagliatelle di Nonna Pina per intendersi, ma semplicemente perché credo che i bambini possano anche essere accompagnati nella visione e nell’ascolto di cose al di fuori dei canoni standardizzati, se chiaramente poi si sta lì con loro a condividerli, pronti a chiarire ogni dubbio e curiosità… che se dubbi e curiosità poi riguardano pure argomenti importanti, tanto meglio, un’occasione in più per parlare in famiglia.

Dunque le cinque serie di questo elenco, tutte disponibili su Netflix, sono diverse tra loro e sicuramente catturano diverse fasce d’età che ogni genitore potrà personalmente valutare. Io per il momento ne ho viste due e le altre tre le metto in lista perché comunque vedo in tutte, per temi, cast e produzione, quella qualità in più che appunto  vado sempre cercando.

DION

Questa è stata veramente una bella scoperta. Non lasciatevi ingannare dal tema dei super poteri perché questa serie va ben oltre quelli. È una serie che sembra veramente pensata per una visione in famiglia perché, con la scusa di super poteri e bellissimi effetti speciali (che si sa attirano immediatamente l’attenzione dei più piccoli), parla in realtà di temi importanti come bullismo, diversità e parità di genere, utilizzando un linguaggio di comprensione immediata che genererà alla fine di ogni puntata dialoghi interessanti tra genitori e figli. Ci è piaciuta moltissimo. Aspettiamo assolutamente l’uscita della seconda stagione, già confermata.

 

LOST IN SPACE

Lost in Space è un rifacimento della serie fantascientifica omonima del 1965 che racconta le avventure di una famiglia di coloni spaziali pionieristici la cui astronave, a causa di uno strappo nello spaziotempo, si schianta su un pianeta sconosciuto, con uno strano nuovo ambiente alieno da esplorare e combattere.

Inizia da qui:

La Terra è casa nostra, ma solo finché sarà un luogo sicuro. Quando questo mondo non potrà più servire a questo scopo ci sarà un altro pianeta, un’altra colonia, un’altra occasione. Il resto della storia umana comincia ora.

e lo sceneggiatore Zack Estrin, paragonando Lost in Space al genere di avventura per famiglie del primo Jurassik Park, invoglia alla visione dichiarando: “Non credo che ci sia mai stata un’altra serie televisiva di questa portata e con questi obiettivi, o con tutte queste emozioni. Ci sono molti spettacoli per famiglie che tutti possono guardare da soli. Ma ci sono molte poche cose diverse dai reality show che adulti e bambini possono godersi insieme.

Se poi avete come me un figlio fissato con Ben Ten fategli vedere anche questo video e sarà amore a prima vista. (Al momento sono disponibili su Netflix le prime due stagioni).

 

AJ AND THE QUEEN

Questa è stupenda, l’ho iniziata da sola per fare prima le mie valutazioni e magari  aspetto ancora un po’ prima di guardarla tutti insieme perché, a tratti, è più adatta a bambin* un po’ più grandi del mio. La piccola protagonista avrà circa una decina di anni e a causa dei problemi di sua madre conosce bene argomenti come droga e prostituzione che la serie, anche se in modo superficiale, senza entrare in dettagli, ovviamente ogni tanto mostra per spiegare necessariamente la caratterizzazione del personaggio della bambina. Detto questo Ru Paul è strepitoso e la serie, scritta bene, con tanti messaggi importanti su questioni di genere, accettazione di sé e degli altri, merita decisamente di essere vista e discussa in famiglia perché “nessuno è soltanto una cosa, le persone sono più complesse“.

Realtà come il ciclo di incontri Drag Queen Story Time di Cinisello Balsamo, in cui una drag queen legge favole ai bambini dai 3 anni in sù e ai loro genitori, per prevenire stereotipi di genere e contrastare il bullismo, dovrebbero diffondersi a macchia d’olio per sensibilizzare maggiormente le persone sul tema transgender, di cui in Italia non si parla ancora abbastanza ma fortunatamente si sa anche qualcosa in più grazie all’autrice del blog Miofiglioinrosa.com.

 

UNA SERIE DI SFORTUNATI EVENTI

Questa è la serie è basata sull’omonima serie di romanzi scritti da Lemony Snicket, già portati sullo schermo, nel 2004, dal film con protagonista lo strepitoso Jim Carrey che confesso, ad oggi, mi ha precluso la visione della serie perché quando ti è piaciuto l’originale difficilmente vuoi rivedere la copia realizzata con altri attori, però a forza di fare ricerca mi sono incuriosita e vedendo un cast e una produzione così notevoli non dargli neanche una possibilità sarebbe decisamente sciocco. È di recente arrivata alla sua ultima e conclusiva terza stagione quindi ci sono anche abbastanza puntate per prolungare l’eventuale piacere della visione.

 

THE UMBRELLA ACADEMY

Altra serie che inizierò magari in solitaria per fare prima le mie solite valutazioni è quest’ultima che, avendo al centro il tema dei supereroi che non amo particolarmente, avevo ignorato, ma avendo anche capito ormai che, per la fascia giovane, il tema dei supereroi è un buon mezzo per parlare di temi importanti, anche in questo caso, a forza di cercare qualità, mi sono imbattuta in loro, che per argomenti, cast, caratterizzazione dei personaggi e effetti speciali sono messi piuttosto bene. Il loro punto di forza credo stia nel fatto che, come dice qui illibraio.it ,”la serie si presenta come un prodotto adatto anche per chi non è appassionato di storie di supereroi. Il centro della narrazione sono le dinamiche famigliari, le battaglie personali, i mostri che ognuno si trascina dietro fin da quando è bambino, i legami che, nonostante tutto, riescono ad affrontare il tempo e a rimanere in vita.

Al momento su Netflix è disponibile la prima stagione e la seconda è in arrivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...